Come fare SEO in semplici passaggi? Per principianti

4 su 5
4
6 recensioni
Para que sirve el SEO

Sappiamo che Google tiene conto di 200 fattori SEO quando posiziona qualsiasi sito web nei risultati di ricerca organici.

Troppi in modo da poterli conoscere tutti in dettaglio e iniziare a ottimizzare il tuo sito web per ciascuno di essi.

SEO PER PRINCIPIANTI

In questo articolo ti daremo 15 chiavi e principi fondamentali della SEO, le regole essenziali che devono essere rispettate, alcuni trucchi per ottimizzare il tuo sito e suggerimenti per evitare una catastrofe nella visibilità del tuo sito web su Internet.

Cos’è la SEO?

SEO è il termine inglese per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Il concetto è semplice: seo è posizionare il tuo sito web in prima posizione nei motori di ricerca, per tutte le ricerche effettuate dagli utenti e per le quali la tua azienda può rispondere con un prodotto o servizio.

Quando parliamo di SEO, parliamo spesso di Google, per il semplice motivo che la quota di mercato di questo motore di ricerca è di gran lunga superiore al resto dei suoi concorrenti.

Questo mondo è sempre più complesso e coinvolge diversi campi: sviluppo web, scrittura e ottimizzazione dei contenuti, creazione di link e popolarità del sito da cui si collegano, miglioramento delle web performance, strutturazione di contenuti e pagine, analisi del traffico, ecc.

  • Unreal Engine provides Robust Multiplayer Framework.
  • The built-in Cascade visual effects editor enables particles.
  • Unreal Engine 4`s Material Editor makes use of physically-based.

le chiavi e principi fondamentali della SEO

1.- Comprendere Google

Se semplifichiamo al massimo il concetto di posizionamento naturale, possiamo dire che si basa su tre pilastri:

  • Codice sorgente
  • Contenuto
  • Campo da golf

A cui possiamo aggiungere altri due aspetti che influenzeranno indirettamente la SEO: strategia e usabilità web.

Perché Google classifica prima un determinato sito per una query specifica?

Per rispondere a questa domanda, devi capire cosa fa il motore di ricerca:

  1. Naviga sul Web (monitoraggio)
  2. Quando trovi contenuti, lo analizzi e lo aggiungi al tuo database di pagine web (indicizzazione);
  3. Quindi segui i link trovati nel nuovo contenuto per continuare la scansione
  4. Allo stesso tempo, quando l’utente fa una ricerca, recupera tutti i contenuti che potrebbero essere utili in relazione alla richiesta, quindi lo classifica per rilevanza e popolarità.

Tieni presente che il motore di ricerca aggiorna costantemente i suoi risultati in base alla cronologia di navigazione, indipendentemente dal fatto che tu sia connesso o meno al tuo account Google, alla tua posizione o se vi accedi da un cellulare o da un computer.

2.- Consenti il monitoraggio del tuo sito web

Una volta compreso il funzionamento generale del motore di ricerca di Google, ci rendiamo conto che dobbiamo aiutarti a scansionare il nostro sito. Per raggiungere questo obiettivo, ci sono alcune regole di base:

  • Ogni contenuto è unico e ha un singolo URL. Pertanto, è necessario impedire l’accesso agli stessi contenuti attraverso più indirizzi diversi:
    • arturoromero.com
    • com
    • com/index.html
  • Evitare elementi di bloccaggio:
    • Il formato Flash
    • La direttiva NoIndex
    • Errori 404
    • Reindirizza
  • Ogni pagina dovrebbe avere contenuti unici e pertinenti che soddisfino un’esigenza specifica.

3.- Facilitare l’indicizzazione

Successivamente, faciliteremo l’aggiunta dei nostri contenuti al database dei motori di ricerca:

  • Elenca i nostri contenuti (file sitemap)
  • Indica dove ti trovi in ogni momento all’interno del sito con:
    • Menù
    • Percorso di navigazione e relativo schema.org di marcatura
    • URL canonici
  • Facilitiamo l’accesso a tutti i nostri contenuti con:
    • Collegamenti manuali tra i nostri contenuti
    • Articoli correlati

4.-  Segmenta per una parola chiave

Naturalmente, dobbiamo sempre cercare di soddisfare il bisogno dell’utente,cioè cercare di posizionarci in base al termine di ricerca che utilizzerà. Per fare ciò, devi essere chiaro che:

  • Ogni contenuto soddisfa una o più esigenze specifiche
  • Ogni contenuto ha uno scopo (vendere un servizio o un prodotto, recuperare un indirizzo email, migliorare la reputazione.)
  • Dobbiamo pensare a come l’utente esprimerà il proprio bisogno

5.- Scrivi contenuti rilevanti per la SEO

Una volta che hai in mente la parola chiave specifica per cui vuoi classificarti, dovresti cercare di essere pertinente agli occhi di Google e pensare che stai prendendo di mira un robot che non ha la stessa capacità di comprensione di un essere umano. Anche in questo caso, la SEO si basa su fondamentali che non sono cambiati nel tempo:

  • Il contenuto dovrebbe essere abbastanza lungo(Lunghezza ideale di un post per SEO)
  • Includi il termine o la frase chiave
  • Include termini correlati o sinonimi
  • Aggiungi video e immagini
  • Il contenuto deve essere inserito in modo coerente nella struttura del sito web (implicando che il sito è ben progettato)
  • La pubblicazione è, ovviamente, ottimizzata per la SEO (H1, tag, meta descrizioni…)

6.- Contenuti che funzionano nel posizionamento web

Tieni presente che alcuni contenuti funzionano meglio di altri nel senso che attirano gli utenti più facilmente e quindi facilitano la condivisione e la creazione naturale di link ai tuoi post. Tra questi troviamo:

  • Lizza
  • Titoli accattivanti
  • Infografica
  • Video
  • Tutorial e guide

7.-  Aggiornamenti costanti

Un altro punto da tenere a mente è che Google, Bing, Yahoo e il resto dei motori di ricerca amano i contenuti recenti e aggiornati.

Pertanto, dovresti assicurarti di pubblicare regolarmente contenuti utili e pertinenti e che il tuo sito sia interattivo (i contenuti generati dagli utenti sono un buon modo per ottenere contenuti aggiornati senza sforzo: recensioni, commenti …)

8.- Contenuti ricchi

Questo può essere fatto quando si creano contenuti generati dagli utenti, ma anche aggiungendo il markup corrispondente di schema.org. Si consiglia, in base al proprio settore di attività, di creare contenuti di questo tipo per facilitare la comprensione delle diverse pagine e migliorare la visibilità nei risultati:

  • Notizie
  • Ricette di cucina
  • Immagini
  • Video
  • Indirizzi postali
  • Recensioni dei clienti

9.- Creare link

Una volta che conosci l’importanza della popolarità di una pagina, devi creare collegamenti, ma devi farlo in modo intelligente.

C’è il rischio che se viene abusato nella creazione di link, l’effetto può essere negativo e portare a una penalità (dall’ultimo aggiornamento di Google Penguin, Google è molto meno permissivo con questo tipo di tecniche).

È necessario creare collegamenti:

  • Da più tipi di siti (directory, forum, blog, siti istituzionali, wiki…)
  • Da siti di qualsiasi dimensione
  • Da siti web con un tema simile al tuo
  • Da pagine popolari
  • Con cambio di link naturale (clicca qui) e link ottimizzati (agenzia SEO)
  • Evitare pagine di bassa qualità (spam, linguaggio errato, link farm, temi negativi..)

10.-  Comprendere la popolarità e il PageRank

Un sito tecnicamente ben progettato con buoni contenuti non è ancora sufficiente. Dobbiamo aggiungere un elemento essenziale nella SEO: la popolarità.

Fondamentalmente, un motore di ricerca stima che ogni URL all’interno di un sito web abbia una (piccola) popolarità. Collegandosi a un’altra pagina, una parte di quella popolarità viene trasferita a te. Così:

  • Più link ha una pagina, più è popolare
  • Più link sono fatti da pagine popolari, più potente sarà il link.
  • Ogni collegamento trasmette anche una nozione semantica. Se il link si trova in una parte del testo che parla, ad esempio, di web design, Google interpreta che il sito a cui viene collegato è correlato a quell’argomento.

11.-  Design reattivo

La considerazione dei motori di ricerca della compatibilità mobile (e quindi del responsive web design) nel posizionamento dei risultati è una delle tendenze vitali per qualsiasi sito web in termini di SEO negli ultimi anni.

È essenziale, data la quantità di traffico web che attualmente entra da dispositivi mobili, siano essi smartphone o tablet. È importante migliorare l’esperienza dell’utente e, quindi, aumentare il tasso di conversione.

12 .- Tempo di ricarica

Un altro aspetto che influisce positivamente o negativamente sul posizionamento web è il tempo di caricamento. È imperativo implementare questa raccomandazione, per il semplice motivo che una pagina lenta può disperare l’utente e farlo andare alla competizione e non vederlo mai più.

Tieni anche presente che un tempo di caricamento migliore rende più facile per i motori di ricerca eseguire la scansione e l’indicizzazione, il che è sempre vantaggioso per la tua visibilità.

13.- Essere attivi sui social network

Un altro elemento molto importante oggi: l’impatto dei social network. In molti casi, potresti pensare che il semplice fatto di avere una pagina aziendale su Facebook o un profilo su Twitter possa portarci benefici in SEO.

Se non sei attivo e pubblichi aggiornamenti costanti, è come se te ne fossi andato.

Crea una strategia di social media marketing che ti aiuti ad attirare nuovi clienti. Con la gestione dei social network puoi raggiungere un target di riferimento più ampio e valorizzare l’immagine di marca della tua attività su Internet.

14) https

Google è un noto sostenitore di HTTPS, cioè di URL sicuri quando il tuo computer o telefono cellulare comunica con il server. Quando si effettua la modifica da http a https, ricordarsi di reindirizzare correttamente tutti i collegamenti.

L’implementazione di HTTPS, se non fatta bene, può diventare un vero disastro per il posizionamento di un intero sito web, perdendo un gran numero di link che erano già stati risolti. Quindi presta molta attenzione a questo punto.

15) La chiave per una buona SEO

Per riassumere questo primo approccio al posizionamento SEO, si può dire che la chiave del successo si basa su semplici pilastri e che solitamente non variano nel tempo:

  • Avere una solida base tecnica
  • Crei costantemente link vari e affidabili
  • Generare contenuti pertinenti e aggiornati
  • Pensa alle esigenze degli utenti
  • Avere una strategia di posizionamento web efficace

Starting Course

1
Nvidia New Technologies Slides
15 minutes

Welcome to your first slider tutorial. This slides will start with a simple introduction. Then, You will open up google cause I"ll show you where you can download the blender software and which version of it will we be using in the entire course period.

Note: The download link is available with the lecture, plus the .pdf file is also included for you to download if you still need help downloading the software. 

2
Quiz: Mobile / Native Apps
18 domande

After Intro

1
Realistic Graphic on UE4
2
Volta GPU for optimization.
14 Minutes

The Tensor Core GPU Architecture designed to Bring AI to Every Industry. Equipped with 640 Tensor Cores, Volta delivers over 100 teraflops per second (TFLOPS) of deep learning performance, over a 5X increase compared to prior generation NVIDIA Pascal architecture.

3
Deep Learning
Faq Content 1
Faq Content 2
Productivity Hacks to Get More Done in 2018— 28 February 2017Facebook News Feed Eradicator (free chrome extension) Stay focused by removing your Facebook newsfeed and replacing it with an inspirational quote. Disable the tool anytime you want to see what friends are up to!Hide My Inbox (free chrome extension for Gmail) Stay focused by hiding your inbox. Click "show your inbox" at a scheduled time and batch processs everything one go.Habitica (free mobile + web app) Gamify your to do list. Treat your life like a game and earn gold goins for getting stuff done!
4
4 su 5
Valutazioni 6

Valutazione dettagliata

Stelle 5
3
Stelle 4
0
Stelle 3
3
Stelle 2
0
Stelle 1
0

{{ review.user }}

{{ review.time }}
 

Mostra altro
Accedi per lasciare una recensione
Aggiungi alla lista dei desideri
Ottieni corso
Iscritto: 34 studenti
Durata: 10 hours
Lezioni: 4
Video: 9 hours
Livello: Avanzato

Archive

Working hours

Monday9:30 am - 6.00 pm
Tuesday9:30 am - 6.00 pm
Wednesday9:30 am - 6.00 pm
Thursday9:30 am - 6.00 pm
Friday9:30 am - 5.00 pm
SaturdayClosed
SundayClosed

Archive

Working hours

Monday9:30 am - 6.00 pm
Tuesday9:30 am - 6.00 pm
Wednesday9:30 am - 6.00 pm
Thursday9:30 am - 6.00 pm
Friday9:30 am - 5.00 pm
SaturdayClosed
SundayClosed